Counseling

Il Counseling è una pratica professionale della relazione d’aiuto il cui scopo è di offrire a singoli individui o a gruppi un’azione di sostegno e di orientamento nei processi evolutivi in modo da favorirne l’autonomia decisionale, e valorizzarne le potenzialità. La sua opera facilita nell’individuo la visione realistica di sé e dell’ambiente sociale in cui si trova ad operare, in modo che egli costruisca una nuova visione e attui un piano di azione per realizzare le finalità che egli desidera, e per meglio affrontare scelte relative alla propria vita e alla gestione dei rapporti interpersonali. Il Counseling quindi è un servizio di appoggio centrato sulla persona, finalizzato alla promozione del suo benessere, attraverso la soluzione di problemi contingenti determinati dalle strategie esistenziali della persona stessa, dalla sua filosofia di valori della vita, dagli obiettivi specifici in una determinata situazione, dalle risorse a disposizione e dalle condizioni ambientali.

 

La competenza del Counselor è quindi nella relazione! E’ la Figura Professionale che, avendo seguito un corso di studi almeno triennale, ed in possesso di un Diploma rilasciato da specifiche scuole di formazione è in grado di favorire la soluzione di disagi e situazioni di crisi che non comportino una ristrutturazione profonda della personalità, di pertinenza invece dell’intervento psicoterapeutico.
Il Counselor è caratterizzato da una competenza specifica nella relazione d’aiuto nella quale una persona che si trovi in situazione di momentanea difficoltà o crisi personale (a causa di separazioni, lutti, malattie, passaggi evolutivi, modifiche comportamentali, decisioni importanti) o una coppia, o una famiglia, o un gruppo, può essere sostenuta nell’esplorazione del proprio disagio allo scopo di riattivare il contatto con le sue risorse personali e ambientali per un’efficace soluzione dei problemi.
Il Counselor può indicare le opzioni di cui il cliente o coppia dispone e aiutarlo a seguire quella che sceglierà. Ciò prevede un esame dettagliato delle varie situazioni e comportamenti problematici allo scopo di trovare un punto cruciale dal quale possa scaturire un cambiamento. Ma tale scelta deve essere operata dal cliente.
Il counselor deve possedere un approccio di problem solving necessario per aiutare il cliente. E’ importante quindi esplorare e far luce sui problemi presenti per poi procedere a una fase successiva di sviluppo.

Cosa non fa un Counselor?

  • non fa terapia
  • non fa diagnosi
  • non opera cure di nessun genere
  • non fa psicoterapia
  • non insegna psicologia

A chi è rivolto?

Individuo (adulto o adolescente), coppie, famiglie, professionisti, gruppi.
il singolo individuo che affronti un momento di crisi (personali, sociali, lavorative)
Coppie che desiderino sostegno e orientamento per se stesse o per i propri figli.
Professionisti appartenenti a diversi settori che intendano recuperare informazioni e risorse umane al fine di ottimizzare un determinato progetto di lavoro.

Quando rivolgersi al Counselor?

  • Conflitti, separazioni, cambiamenti.
  • Problemi relazionali.
  • Problematiche da stress.
  • Disturbi Psicosomatici.
  • Orientamento al lavoro e allo studio.
  • Problematiche al femminile: Mamme single/separate – perdita del lavoro e ricollocazione – maltrattamenti fisici/psicologici.

Counselor:

TERESA


Categorie: Attività